Campus Xray 2019

Sulla cresta dell’onda.

 

 

Il «Campus Xray» è un evento che SolidWorld organizza ogni anno. È articolato su numerose repliche tenute nelle aree industrializzate in cui l’azienda ha le proprie sedi, in modo che il maggior numero possibile di persone possa partecipare in modo agevole.

WA4A2493

Esplora il futuro!

Il ciclo di appuntamenti Campus Xray è dedicato agli utenti dei sistemi SOLIDWORKS affinché possano apprendere le funzioni e gli strumenti presenti nell’ultima versione del pacchetto applicativo SOLIDWORKS, tradizionalmente presentata ufficialmente verso la fine dell’anno da SolidWorld. Ognuno può sviluppare gli argomenti più interessanti e approfondire le proprie competenze, migliorando la propria produttività nella progettazione tridimensionale, l’unica via oggi percorribile per partire da un’idea e arrivare sul mercato nel più breve tempo possibile e con la massima efficienza. Il Campus Xray è quindi l’appuntamento ideale per tenersi aggiornati sull’evoluzione delle tecnologie connesse alla progettazione, e non solo; il motto di quest’anno è proprio “esplora il futuro!”

SolidWorld è il nucleo originario che ha dato vita a THE3DGROUP, un gruppo di aziende che propongono le più moderne e complete tecnologie del mondo Industry 4.0 per accelerare il passaggio verso la fabbrica digitale. La loro missione è quella di offrire la miglior soluzione integrata per ogni settore e dipartimento, garantendo la tecnologia più avanzata oggi disponibile.

L’edizione di Bologna si è tenuta presso il Polo Tecnologico recentemente inaugurato dal gruppo a Bentivoglio (area Bologna Nord). Qui, sotto un unico tetto, nel senso letterale del termine, sono raggruppate tutte le tecnologie della manifattura: uno stabilimento digitale vero e proprio che vede la presenza di software Cad e Cam, di macchine utensili tradizionali, di grandi stampanti 3D industriali, di competenze specialistiche nella lavorazione dei materiali convenzionali e soprattutto di quelli nuovi. Qui il cliente può valutare in officina, cioè sul campo a lui più familiare, tutte le soluzioni. La convinzione di THE3DGROUP è che le aziende manifatturiere, sfruttando gli strumenti che il gruppo propone e che insegna ad utilizzare, possano raggiungere una posizione di rilievo sul mercato.

 

Una piattaforma di innovazione

La quarta rivoluzione industriale comporta rinnovamenti e cambi di mentalità; le aziende devono essere pronte a coglierne tutti gli aspetti se vogliono sopravvivere in un mercato ultra-competitivo basato sempre di più sull’innovazione. Per SOLIDWORKS oggi sono l’uomo e la società a richiedere cambiamenti, assumendo un finora inedito ruolo di protagonisti. Ecco la direzione intrapresa dall’azienda di Waltham (Boston, USA): sotto la spinta dei cambiamenti indotti dalle pulsioni e dagli interessi del mercato, SOLIDWORKS vuole diventare una vera e propria piattaforma capace di mettere a disposizione conoscenze scientifiche e metodologie di applicazione. La missione è completamente focalizzata sul concetto di innovazione, nella certezza che l’unico modo di realizzare appieno la quarta rivoluzione industriale sia ispirare l’innovazione e aiutare gli utenti a realizzarla.

Più di 350 nuove e potenziate funzionalità sono state inserite nella versione 2019 del pacchetto, superando ampiamente i limiti del Cad geometrico e matematico tradizionale. D’altronde SOLIDWORKS ha da tempo ampliato il proprio portafoglio con molte applicazioni integrate in modo orizzontale e verticale, una vera continuità digitale che rappresenta un valore fondamentale perché aiuta gli utenti nella distribuzione della conoscenza. Per l’azienda americana questa diffusione deve avvenire in un contesto multidisciplinare di scienze applicate parallelamente e contemporaneamente. E’ ferma convinzione che senza integrazione non ci sia futuro nel campo dell’innovazione: il mondo è ormai meccatronico, non più solo meccanico o solo elettronico. E l’integrazione si applica anche alla manifattura: sempre di più oggi si tende a realizzare un progetto con un clic di un pulsante. Ed ecco la realtà estesa: il mondo cibernetico confonde i confini tra quello che è virtuale e quello che è reale; la realtà aumentata in cui immergersi permette di lavorare in un modo più interessante per liberare la creatività e la fantasia. Anche in questo ambito SOLIDWORKS 2019 annuncia importanti novità.

 

Simulare ancor prima di progettare

Gli oggetti del mondo reale interagiscono tra loro, con i fluidi, con il campo magnetico, a maggior ragione nell’IoT e nella tecnologia indossabile. Tutte queste forze devono essere simulate: è quello che la tecnologia informatica cerca di fare sin dalla nascita, ma oggi il concetto di simulazione sta diventando sempre più importante perché non è più un semplice sistema di verifica, ma viene utilizzato prima della progettazione. Dassault Systèmes, la casa madre di SOLIDWORKS, ha investito molto negli ultimi vent’anni proprio in questo settore, al fine di supportare innovazioni come la generazione automatica di forme, che nella versione 2019 è ulteriormente potenziata. Non solo robot, apprendimento operativo, manutenzione preventiva in officina: il processo stesso di progettazione si basa ormai su capacità di simulazione in tempo reale, in modo da abbandonare la dispendiosa procedura del “test and trial”.

 

Il truciolo

La manifattura additiva è sempre più attuale, e infatti il tema è ampiamente trattato nel Campus Xray, ma le macchine utensili rimangono basilari nel mondo della produzione. Massimo Castaldelli, product manager di SolidCAM, azienda di THE3DGROUP specializzata nelle lavorazioni meccaniche tradizionali: “Abbiamo installato nel nostro Polo Tecnologico di Bentivoglio una macchina CB Ferrari con Controllo Heidenhain

con tutte le funzioni più evolute per i 5 assi. Si tratta di una macchina perfettamente messa a punto con post processor del pacchetto SolidCAM collaudati e affidabili, utensili già montati e ogni accessorio disponibile: le migliori condizioni per effettuare prove dal vivo, con il cliente che può osservare le nostre tecnologie software all’opera, ma anche il truciolo. Presto organizzeremo dei Webinar sulla prova in corso, in modo che più operatori contemporaneamente, collegati in rete, potranno osservare la demo, una prova assolutamente reale, non eseguita a tavolino. Per una volta tanto, non c’è simulazione…

Un’altra novità del Campus Xray è la nuova versione a 5 assi di SolidMill, una macchina fresatrice a portale leggera e compatta, progettata espressamente per la didattica e le piccole produzioni. Impiega componentistica totalmente europea e si distingue per leggerezza e compattezza; non deve necessariamente essere installata a piano terra o su pavimentazioni di cemento con grande carico di portata. Lo spazio di lavoro consente di ottenere pezzi fino a 365 x 400 x 200 mm, certamente adatti a tutte le esperienze didattiche. Dal 2019 sarà disponibile anche nella versione a 5 assi, una tecnologia sempre più diffusa al giorno d’oggi, facendone ancor più uno strumento ideale e attuale per insegnanti e studenti degli Istituti Tecnici.

 

Conclusioni

Accanto alla sessione plenaria, in sale attigue durante l’evento si sono svolte altre sessioni dedicate a chi avesse voluto approfondire argomenti specifici o funzionalità particolari. Campus Xray è una giornata di lavoro e di studio, ma non manca l’aspetto piacevole: i progettisti possono cimentarsi in una gara di modellazione con interessanti premi in palio. La sfida consiste nel progettare con SOLIDWORKS un modello nel tempo massimo di 20 minuti, seguendo un classico disegno meccanico.

 

Bologna, Novembre 2018

 

<< Torna alla sezione Blog